Docunder30: un edizione dalle emozioni forti. Chiusa con grande successo di pubblico la IX edizione di Docunder30: Fuorigioco di Vigore e Rizzo vince il “Concorso Doc” La malattia del desiderio di Brignone vince il “Concorso Passaggi”

© Elisa Russo

© Elisa Russo

Si è chiuso sabato 12 dicembre il nono Docunder30, il festival dedicato agli “autori sotto i trent’anni” di cinema documentario, con un grande successo di pubblico e partecipanti.

Tre giorni di proiezioni, incontri con gli autori e laboratori, a ingresso libero, ospitati presso il Cinema Europa di Bologna, e caratterizzati dalla presenza in concorso di opere di ottimo livello provenienti da tutta Italia.

Sabato sera, in una sala gremita – Sala Tassinari di Palazzo d’Accursio – e alla presenza di Davide Conte, assessore alla Cultura del Comune di Bologna, e delle cinque giurie di Docunder30, sono stati assegnati gli ambiti premi.

Di seguito tutti i vincitori e i premi assegnati dalle cinque giurie della IX edizione di Docunder30.

Miglior documentario del “Concorso Doc” e miglior documentario del “Concorso Passaggi”

La GIURIA DOCUNDER30 composta dagli studenti dell’Università di Bologna (DAMS e LM in cinema, televisione e produzione multimediale) e presieduta dal prof. Claudio Bisoni (Università di Bologna) assegna i premi:
Miglior documentario del “Concorso Doc” (un buono di 500 euro) a:
Fuorigioco di Davide Vigore e Domenico Rizzo
Con la seguente motivazione: Per la sensibilità con cui scava in modo preciso i contorni di una figura umana nobile e cinematograficamente originale, con uno stile attento ai rapporti tra il personaggio principale e l’ambientazione.

Miglior documentario del “Concorso Passaggi” (un buono di 500 euro) a:
La malattia del desiderio di Claudia Brignone
Con la seguente motivazione: Per la capacità di mettere in scena una realtà complessa e difficile attraverso una precisione formale e un’attenzione umana encomiabili.

I due buoni da 500 euro sono offerti e sponsorizzati da D.E-R e ADCOM e possono essere spesi presso il negozio ADCOM di Bologna www.adcom.it. Entrambi i vincitori avranno inoltre la possibilità di iscrivere il proprio film gratuitamente alla selezione dell’Ecu The European Indipendent Film Festival, partner di docunder30. www.ecufilmfestival.com

Premi collaterali
La GIURIA D.E-R composta da Donata Zanotti (presidente di giuria), Andrea Pavone Coppola, Vittoria Pesante – autori e produttori dell’associazione D.E-R – assegna i premi:
Miglior documentario del “Concorso Doc” (Ulule Award) a:
Fuorigioco di Davide Vigore e Domenico Rizzo
Con la seguente motivazione: Per lo sguardo non compiacente da una finestra sul reale, capace di superare nella narrazione, il dramma collettivo come il dramma personale, cogliendo e restituendo l’essenza dell’inattesa mantenuta positività del protagonista verso la vita.

L’Ulule Award consiste nella possibilità di lanciare gratuitamente una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Ulule http:// it.ulule.com. Il premio è offerto da Ulule. Il vincitore avrà la possibilità di iscrivere il proprio film gratuitamente alla selezione dell’Ecu The European Indipendent Film Festival, partner di docunder30. www.ecufilmfestival.com

Menzione speciale a:
Contatto di Anna Chiara Sabatino
Con la seguente motivazione: Per la reale plurima strada di sperimentazione percorsa, sia abbracciando un tema tanto inedito quanto presente sia osando una cifra stilistica impegnativa riuscendo a tracciare una personale identità autoriale.

La GIURIA DOC/IT composta da Martina Grassi, Maria Elena Loria, Ilaria Malagutti, Irene Pasini, Anna Patrimonio – autori, produttori e studenti di cinema scelti dall’associazione doc/it – assegna i premi:
Miglior regia di documentario del “Concorso Doc” (200 euro) a:
Fuorigioco di Davide Vigore e Domenico Rizzo
Con la seguente motivazione: Per aver saputo raccontare la storia di Maurizio Schillaci, con tono delicato e allo stesso tempo coinvolgente, lasciando lo spettatore libero di cogliere l’animo del personaggio senza condizionamenti.

Menzione Speciale a:
Animata resistenza di Francesco Montagner e Alberto Girotto
Con la seguente motivazione: Tecnicamente ineccepibile riesce a trasmettere con calore l’esperienza di vita che condiziona profondamente l’arte di Simone Massi.

La GIURIA KINODROMO composta da Liviana Davì, Daniele Tarozzi, Serra Yurur – rappresentanti di Kinodromo, associazione di lavoratori del settore cinema, responsabile del progetto Kinodromo@europa rete cinema diffuso e Loft Kinodromo – assegna il premio:

Miglior storia di documentari del “Concorso Passaggi” a:
La malattia del desiderio di Claudia Brignone
Con la seguente motivazione: ‘La malattia del desiderio’ è la storia di tante storie: di un luogo, delle persone che lo vivono, della dipendenza, del desiderio di vita e di essere amati. Un mosaico di emozioni e voci che si compongono nel raccontare il Sert dello Stadio San Paolo in modo profondo e mai scontato.

Il premio è offerto da Kinodromo e consiste nella proiezione del documentario vincitore all’interno della programmazione Kinodromo@europa cinema. www.kinodromo.org

La GIURIA LAURA BASSI composta dagli studenti del Liceo Laura Bassi di Bologna e presieduta dal prof. Roberto Guglielmi e dal prof. Cosimo Caforio e coordinata da Spartaco Capozzi, assegna i premi:

Migliore colonna sonora a:
Sputare fuoco di Niccolò Gonnella e Victor Musetti
Con la seguente motivazione: Per l’ottima aderenza tra suono e immagini, il perfetto equilibrio della musica e della sua elaborazione all’interno del documentario e l’originalità nell’uso di suoni come valore aggiunto.

Miglior montaggio di documentario a:
La malattia del desiderio di Claudia Brignone
Con la seguente motivazione: Il montaggio a cura di Chiara de Cunto si allinea con i personaggi e le loro storie. L’argomento della dipendenza è affrontato attraverso la veracità dei protagonisti senza mai cadere nell’esibizionismo e nella retorica, la pulizia del montaggio crea allo stesso tempo tensione, empatia e speranza.

Il premio consiste nella proiezione delle opere vincitrici presso il Liceo Laura Bassi di Bologna.

Infine si informa che la deadline per partecipare al Premio Critica in MOVimento 2015, un premio per la critica cinematografica realizzata attraverso video e foto, è stata spostata all’8gennaio 2016. Bastano la fotocamera di uno smartphone, un account Youtube o Instagram, e la recensione ad uno dei lavori in concorso a Docunder30 2015, per partecipare al contest e provare a vincere 1000 euro. La partecipazione al premio è gratuita. Il regolamento completo è disponibile su: www.studio28.tv/critica-in-movimento-2015.

Per maggiori informazioni, sono a disposizione il sito www.dder.org, la pagina Facebook e la email docunder30@gmail.com.

Docunder30 2015 è realizzato da D.E-R Associazione Documentaristi Emilia-Romagna

Con il contributo dell’Assessorato alla cultura della Regione Emilia-Romagna

Con il patrocinio del Comune di Bologna, del Quartiere Saragozza e del Corso di Laurea Magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale – Università di Bologna

In collaborazione con ECU The European Indipendent Film Festival, Doc/it, Kinodromo, Liceo Laura Bassi di Bologna, Biografilm Festival, Visioni Italiane, viaemili@docfest, Reggio Film Festival, Bellaria Film Festival, Critica in MOVimento e Associazione 100 Autori.

Con la partnership di ADCOM (www.adcom.it) e ULULE (http://it.ulule.com)

I commenti sono chiusi.